gen
14

La potenza dei risultati indentati

Articolo in SEO | scritto da zanna86

Più un sito è in alto nelle SERP di Google maggiore è il traffico che riceverà. Dagli ultimi dati che si possono trovare nel web possiamo riassumere il tutto tramite questi dati (arrotondati):

  1. Prima posizione: 34%
  2. Seconda posizione: 17%
  3. Terza posizione: 11%
  4. Quarta posizione: 8%
  5. Quinta posizione: 6%
  6. Sesta posizione: 5%
  7. Settima posizione: 4%
  8. Ottava posizione: 3%
  9. Nona posizione: 3%
  10. Decima posizione: 2%

Come potete notare il sito in prima posizione prende il 34% dei click, ovvero su 100 utenti che fanno una determinata query in 34 cliccheranno sul sito in prima posizione, 17 cliccheranno sul sito in seconda posizione, 11 sul terzo e così via…

E siccome un grafico vale più di mille parole:

ctr serp

Possiamo vedere subito quanto sia importante essere nelle prime tre quattro posizioni.

La difficiltà di posizionarsi in cima alla prima pagina dipende soprattutto dalla competitività di quella determinata keyword o keyphrase.

Ma una volta ottenuto un buon posizionamento, si può fare di meglio e senza far troppa fatica?

La risposta è si! Grazie ai risultati indentati di Google potete vedere come si possa calamitare altre pagine del proprio sito in posizioni alte!

Per esempio potete notare che nella SERP per la query “contatti msn” il sito Contatti-MSN.net calamita verso di sè una pagina per la ricerca dei contatti msn e ben presto riuscirà a calamitare anche il contatti msn blog!

Con il minimo sforzo tale sito potrà contare sulla prima, sulla seconda e a breve anche sulla terza posizione, assicurandosi quindi più del 60% di click di coloro che digitano tale query!

Non male direi….!

Scrivi un commento

*